La riflessologia plantare per il trattamento del flusso mestruale

pregnancyNella quasi totalità dei casi, per le donne, il flusso mestruale rappresenta un appuntamento assai temuto: ecco che la riflessologia del piede arriva in soccorso. Il ciclo, infatti, non arriva da solo: ad accompagnarlo sono diversi disturbi, i quali vengono classificati a seconda che si tratti di dismenorrea o amenorrea.

Si stima, nel primo caso, che soltanto due donne su dieci abbiano la fortuna di rimanere indenni ai tormenti di “quei giorni”, rappresentati da dolore e fitte acute al basso ventre, gonfiore eccessivo e persistente associato a dolore agli arti, specie alle gambe ed alla schiena, ect.

Nel caso dell’amenorrea, ossia nell’ipotesi di mancanza saltuaria o continuativa del ciclo, le cose vanno meglio solo apparentemente: il modo irregolare in cui le mestruazioni fanno la loro comparsa cagiona danni collaterali, magari non diretti ed immediati, ma più visibili nel medio-lungo termine.

Per qualche donna i dolori sono talmente forti da pregiudicare il normale svolgimento delle proprie, quotidiane attività. In questi casi, si parla di dismenorrea, un disturbo sempre più frequente ai giorni nostri, visto che ne soffre quasi il 20% circa delle donne in età riproduttiva.

Ebbene, di trattamenti farmaceutici ce ne sono, per fortuna, parecchi. Ma, come fare per trovare una soluzione aggiuntiva, tutta naturale, che non sia da considerare sostitutiva della medicina, bensì complementare ad essa? La soluzione c’è: trattasi della riflessologia plantare.

Come puoi aiutare la riflessologia per le mestruazioni?

La parte dolorante colpita dalle mestruazioni, viene indirettamente e, quindi, di riflesso, trattata dall’azione del massaggio in riflessologia. Il massaggio ad una data zona dei piedi, che descriveremo di seguito, stimola la liberazione di endorfine nonché il ripristino dell’equilibrio delle ghiandole endocrine.

Il massaggio ai piedi agisce lentamente e profondamente e la trasmissione ai tessuti nervosi ha luogo per mezzo di onde lunghe basse e lente. Questo impulso arriva, sempre di riflesso, dal piede all’organo, e porta energia pura che ridona vigore alla parte stanca e dolorante del corpo colpita dal ciclo mestruale. Molti di questi disagi possono essere, dunque, efficacemente trattati con successo dalla riflessologia plantare che permette di riequilibrare i livelli ormonali alterati.

Il trattamento in questione consente, al tempo stesso, di recare giovamento anche a livello psichico. Le sofferenze correlate al flusso mestruale sono, infatti, incrementate da quelle a livello psichico: al dolore, si va ad aggiungere, infatti, la condizione di paura e di insofferenza in cui il ciclo mestruale fa trovare molte donne.

Approccio al trattamento

L’approccio al trattamento in riflessologia per le mestruazioni deve essere misurato da caso in caso: ogni situazione deve essere ponderata. E’ opportuno, altresì, agire su dati punti riflessi, alcuni più importanti di altri perché direttamente coinvolti nel problema.

In questi casi le aree riflesse da trattare nel piede sono: ovaie, utero, circolazione linfatica addominale e inguinale, ma anche tutta la zona dell’intestino e dello stomaco che sono interessati dagli effetti del ciclo mestruale. Nel sito di riflessologiaplantare, si trovano spiegate tutte queste tecniche per essere applicate in modo semplice ed efficace.

Vogliamo qui ricordare che l’alluce e tutte le dita dei piedi riflettono il sistema nervoso: se massaggiati in modo corretto inducono uno stato di tranquillità senza pari che contribuisce senz’altro ad allentare il dolore. Il trattamento diventa un valido rimedio anche per le emicranie legate al ciclo mestruale.

Quest’ultimo, tra l’altro, coinvolge anche il tratto gastro-intestinale, cagionando gonfiore intenso e, in alcuni casi, problemi intestinali. Tutto questo ricco e colorito corteo di disturbi può essere efficacemente trattato con la digitopressione plantare: crampi e dolori hanno i giorni contati.

 

 

Articoli: